Presentazione della collana “Museo Diocesano di Palermo: studi e restauri” all'Università “La Sapienza” di Roma

Il giorno 14 giugno 2013 alle ore 10:00 nell'aula G. Levi della Vida, ex Vetreria Sciarra, via dei Volsci 122, Roma, sarà presentata la collana editoriale “Museo Diocesano di Palermo: studi e restauri”, diretta da Pierfrancesco Palazzotto, vicedirettore del MuDiPa e ricercatore di Museologia e critica artistica e del restauro all'Università di Palermo.

L'organizzazione della prof. Marina Righetti, direttore del Dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo dell'Università “La Sapienza” di Roma, e del prof. Giuseppe Basile, presidente AISAR (Archivio internazionale per la storia e attualità del restauro – per Cesare Brandi), nell'ambito della Scuola di Specializzazione dei Beni Storico Artistici, prevede l'introduzione della prof. Claudia Cieri Via, coordinatore del dottorato in Storia dell'Arte dell'Università “La Sapienza” di Roma, a cui seguiranno gli interventi della prof. Orietta Rossi Pinelli, dell'Università “La Sapienza” di Roma, e della prof. Rosanna Cioffi, preside della facoltà di Lettere e Filosofia della Seconda Università di Napoli e membro del comitato scientifico della collana.

La collana, aperta nel 2009, per il contributo del Rotary Club Palermo, è giunta alla pubblicazione di otto numeri su opere pittoriche, scultoree ed architettoniche che vanno dal XV al XIX secolo, tramite il generoso patrocinio della Fondazione Camposanto di S. Spirito e la disponibilità dell'Associazione Amici dei Musei Siciliani.

La collana, negli intendimenti di Pierfrancesco Palazzotto, aveva, ed ha, come scopo il trasmettere il dovuto profondo rispetto nei confronti dell’opera d’arte, che scaturisce da una rigorosa metodologia, univocamente applicabile a qualunque tipodi manufatto, che preveda anche utili osservazioni preliminari, approfondimenti storico-artistici ed indagini diagnostiche, chimiche e fisiche.

Nel contempo si è inteso approfittare dello straordinario momento di conoscenza che deriva dal connubio tra i diversi attori che concorrono al risultato finale, al fine di fissare a stampa i nuovi risultati acquisiti, di natura tecnica, storico-artistica, e così via.
Conservazione, conoscenza, memoria e valorizzazione sono i quattro cardini su cui si muovono i volumi della collana: due saggi, uno dello storico dell’arte, il secondo del restauratore, di equivalente consistenza e valore, l’uno al servizio dell’altro in maniera paritetica, una veste grafica ed editoriale pregevole, un approccio profondamentescientifico ma anche didattico ad uso degli studenti universitari di discipline affini.

← Visita l'archivio delle news