10 anni al Mudipa! Quattro giorni di festa per i 10 anni del nuovo Museo Diocesano di Palermo

In occasione dei 10 anni dalla riapertura del Museo Diocesano di Palermo (il primo giugno 2004), il Mudipa apre le sue porte anche lunedì 2 giugno (Festa della Repubblica), usuale giorno di riposo settimanale, dalle 9.30 alle 13.30, e organizza alcune iniziative, curate da Pierfrancesco Palazzotto, vicedirettore del Mudipa, per festeggiare insieme.

Cade proprio in questi giorni anche il riconoscimento di Tripadvisor che ha conferito il Certificato di Eccellenza 2014 al Mudipa, primo vero museo a Palermo a ricevere questo attestato, che dimostra il nostro impegno e il fondamentale riscontro positivo da parte del pubblico con le sue recensioni.
 
Venerdì 30 maggio alle ore 18.00 (Sala Borremans): presentazione del "restauro dell’antenato Filippo".
 
Un progetto degli Amici dei Musei Siciliani, con la Fondazione Sambuca e il Fondo Anna Maria e Paolo Falcone, che vede il restauro del ritratto di Filippo Lopez y Royo di Taurisano (Monteroni di Lecce 1728-Napoli 1811), Arcivescovo di Palermo e Monreale (1793-1802)  e Presidente e Governatore di Sicilia (1795-1798), facente parte delle collezioni museali, operato dalla discendente Flaminia Lopez y Royo di Taurisano.
La tela rimarrà in mostra dal 31 maggio al 14 settembre 2014 nella medesima sala Borremans, per poi essere esposta permanentemente nella sala Gialla, nell'ambito del nuovo allestimento curato da Pierfrancesco Palazzotto.
 
Sabato 31 maggio, domenica 1 giugno e, eccezionalmente, lunedì 2 giugno 2014: il Mudipa mette in mostra 3 cardini della sua azione in questi dieci anni: la valorizzazione delle collezioni, il restauro e la didattica, con biglietto scontato per tutti (3 euro).
 
Valorizzazione:
A grande richiesta, oltre alle 10 sale della collezione permanente e le 10 sale del piano nobile, riaprono al pubblico straordinariamente, solo il 31 maggio e l'1 e 2 giugno, anche la Sala Verde e il Salone Filangieri, spazi privati ad uso dell'Arcivescovo per riunioni e udienze.
 
La Sala Verde è un ambiente dipinto sulla volta con lo stemma dell'Arcivescovo Giovan Battista Naselli (1853-1870), come le sale Gialla e Azzurra facenti parte del percorso museale, ed è corredato da opere di altissima qualità, come la grande tela di Giacinto Calandrucci con la Madonna Rifugio dei Peccatori pentiti (1707), proveniente dall'oratorio eponimo e restaurata nel 2004, un'Orazione nell'orto di pittore fiammingo su tavola (XVI secolo), un grande bancone di congregazione della seconda metà del XVII secolo e un vero capolavoro: un grandissimo Crocifisso d'avorio su croce di rame dorato e ametista della metà del XVIII secolo.
 
Il Salone Filangieri fu voluto dall'Arcivescovo Serafino Filangieri (1762-1776), e rimane l'unico esempio di come dovevano essere stati concepiti tutti gli ambienti del piano nobile del Palazzo Arcivescovile nella seconda metà del Settecento, con affreschi a tromp l'oeil sia sulla volta che sulle pareti; sfondati architettonici rococò degni di una residenza aristocratica di gran lignaggio.
L'autore è stato riconosciuto nel pittore romano Gaspare Fumagalli, artefice di una gran quantità di affreschi del medesimo tenore, tra gli altri, a villa Niscemi, a villa Resuttano, a villa Spina e nel famoso salone che porta il suo nome nell'oratorio dei Bianchi, sempre di Palermo.
Qui i dipinti sono declinati verso il sacro per la presenza di allegorie di virtù Cardinali, come la Prudenza, la Fortezza, la Temperanza, la Costanza, e Teologali, come la Fede, la Speranza e la Carità.
Arredano il fastoso salone, tra le altre cose, una coppia di imponenti console romane a motivi neorococò, una console siciliana barocca con un preziosissimo piano in diaspro agatato e il bancone dei governatori della compagnia di S. Stefano protomartire (fine del XVII secolo) proveniente dall'oratorio eponimo.
 
Restauro:
Sabato 31 maggio dalle 10.00 alle 18.00: 11 tappe per 11 restauri.
Per tutta la giornata alcuni dei restauratori che collaborano con il museo saranno presenti in sala in maniera da illustrare le operazioni di recupero che hanno interessato alcune opere delle collezioni durante i 10 anni trascorsi, con la direzione di Mauro Sebastianelli, consulente per la conservazione e il restauro delle collezioni dell'Arcidiocesi e del Museo Diocesano di Palermo e il sostegno di molti club service, associazioni culturali e fondazioni.
 
Elenco delle tappe: 1) Antonio Veneziano, Ruolo dei confrati defunti, olio e tempera su tavola, 1388; 2) Trittico della Misericordia, olio e tempera su tavola,1420; 3) Maestro delle Incoronazioni, Abramo e i tre angeli, olio e tempera su tavola,metà XV secolo; 4) I santi Oliva, Venera, Elia e Rosalia, olio e tempera su tavola, XIII secolo; 5) Crocifisso, olio e tempera su cartapesta, inizi XVI secolo; 6) Francesco Laurana, Cavaliere giacente, marmo, fine del XV secolo; 7) Giovanni Gili, San Vito, olio e tempera su legno, 1532; 8) Giovanni Gili, San Nicola, olio e tempera su legno, prima metà XVI secolo; 9) Madonna di Monserrato, olio e tempera su legno, fine del XVI secolo; 10) Decollazione del Battista, olio su tela, prima metà del XVII secolo; 11) Andrea del Brescianino, Madonna col Bambino, olio e tempera su tavola, primi anni del XVI secolo;
 
 
Didattica:
I visitatori potranno girare liberamente all'interno del museo, ma avranno a disposizione anche 4 momenti per attività didattiche per i più piccoli e 4 momenti per approfittare di percorsi guidati gratuiti (a cura di Manuela Amoroso, responsabile del MUSE, Servizi Educativi del Mudipa):

 

Sabato 31 maggio, ore 10:00-18:00
Percorso libero con 11 tappe sulle opere restaurate negli ultimi anni.
 
ore 10:30 e ore 16:00a scelta.
ART GAMES!
Percorso ludico didattico e laboratoriale per ragazzi dai 7 ai 13 anni. L'attività si svolgerà con un numero massimo di 14 ragazzi che verranno accompagnati lungo le sale per individuare alcune opere selezionate e poi, suddivisi in squadre, affronteranno giochi inerenti alle opere osservate.
I genitori o familiari/accompagnatori nel frattempo potranno usufruire del percorso a tappe lungo le sale e i saloni del Mudipa.
Si richiede preferibilmente la prenotazione entro il 30 Maggio per organizzare i gruppi: 0916077303, 0916077215, museo@diocesipa.it.
 
 
Domenica 1 giugno
ore 10:30 e ore 11:30, a scelta
Percorso guidato lungo i 10 ambienti dell'esposizione permanente, i 10 saloni del piano nobile del Palazzo Arcivescovile e i saloni Verde e Filangieri.
 
ore 10:30
ART GAMES!
 
 
Lunedì 2 giugno (Apertura straordinaria)
ore 10:30 e ore 11:30, a scelta
Percorso guidato lungo i 10 ambienti dell'esposizione permanente, i 10 saloni del piano nobile del Palazzo Arcivescovile e i saloni Verde e Filangieri.
 
ore 10:30
ART GAMES!
 
 
1 quadro in mostra
2 saloni aperti
4 attività didattiche
4 percorsi guidati
11 tappe per i restauri.
 
 
Orari del Mudipa:
sabato 31 maggio, 10:00-18:00.
domenica 1 giugno, 9:30-13:30.
lunedì 2 giugno, Apertura straordinaria, 9:30-13:30.
Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura.
Ingresso scontato: 3 euro.
  
Info:
0916077303 (orari del museo)
0916077215 (orari d'ufficio) 
museo@diocesipa.it
Fb: mudipa

← Visita l'archivio delle news