Alcova - Palazzo Arcivescovile di Palermo

La “stanza a dormire” del Cardinale Pietro Gravina di Montevago (1816-1830), parte di un ambiente originariamente più ampio, caratterizza il piano nobile del palazzo quale residenza non solo ufficiale. Sulla volta con i restauri sono state ritrovate delicate pitture ornamentali della fine del XIX o dei primi anni del XX secolo.  Come negli altri vani di quest’epoca sono vedute a tempera monocroma di monumenti classici siciliani, a dimostrazione della cultura antiquariale dei committenti.
All'interno della cortina di stoffe il letto a barca ottocentesco in mogano offre l'idea del modo di riposare dell'epoca.
 
La sala, come le altre del piano nobile, è in attesa di riallestimento una volta terminati i lavori di restauro per il Nuovo Museo Diocesano di Palermo.